IMPRONTE

Il forum che lascia un segno agli amanti degli animali
 
Impronte And CoIndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 NOTIZIE DAL MONDO DEGLI ANIMALI

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femmina
Numero di messaggi : 3038
Età : 43
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: NOTIZIE DAL MONDO DEGLI ANIMALI   Dom 6 Set 2009 - 14:42

Promemoria primo messaggio :

BONNIE E CLYDE UN CANE E IL SUO CANE GUIDA! BONNY E CLYDE UNA COPPIA DI CANI DI RAZZA BORDER COLLIE,SONO STATI TROVATI DA ALCUNI VOLONTARI DEL CENTRO SOCCORSO MEADOWGREEN DOG RESCUE.MENTRE VAGAVANO,SOTTO UNA TEMPESTA DI PIOGGIA,IN MEZZO ALLE CAMPAGNE INGLESI DI BLUDESTON NEL SUFFOLK.PROBABILMENTE ABBANDONATI NON AVEVANO NE COLLARE NE CHIP,SONO AFFIATATISSIMI INFATTI LUI CLYDE NON FA UN PASSO SENZA ASPETTARE LEI BONNY.IL MOTIVO'?CLYDE E CIECO E PER QUESTO SI AFFIDA COMPLETAMENTE A BONNY SEGUENDOLO DI CONTINUO.GLI BASTA APPOGGIARE SEMPLICEMENTE IL MUSO SOPRA LA SCHIENA DI BONNY,CHE LEI E PRONTA SUBITO A GUIDARLO IN TUTTO E PER TUTTO,ANCHE A MANGIARE E BERE.LA SIGNORA COOTES CHE GESTISCE IL CENTRO CON LA FIGLIA,HA DICHIARATO SE LEI CORRE TENDE A FERMARSI,PER ESSERE SICURA CHE LUI SIA CON LEI LO TIENE PERENNEMENTE SOTT,OCCHIO,QUANDO STANNO INSIEME NESSUNO SI ACCORGE CHE UNO DE DUE NON HA LA VISTA,.QUANDO NON C,E LA COMPAGNA LUI PERò NON HA IL CORAGGIO NEANCHE DI FARE UN PASSO NON C,E ALCUNA POSSIBILITà di affidarli SEPARATAMENTE DEVONO ANDARE COME UNA COPPIA.SPERIAMO POSSANO TROVARE PRESTO UNA CASA E UN PADRONE CHE SAPPIA PRENDERSI CURA DI LORO MA NON CI SONO DUBBI CI RIUSCIRANNO VISTO LO SPLENDIDO CARATTERE E LE CARATTERISTICHE,DAVVERO NOTEVOLI DI QUESTA STRAORDINARIA RAZZA IL BORDER COLLIE
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information


Numero di messaggi : 3038
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: NOTIZIE DAL MONDO DEGLI ANIMALI   Gio 10 Dic 2009 - 16:10

PICCHIÒ BRUTALMENTE IL SUO
CANE: MULTATO DI 6.000 EURO


Tribunale di Roma, comunica la Lav, ha condannato un uomo di 44 anni, A. R., alla pena pecuniaria di 6mila euro di multa per aver picchiato brutalmente il suo cane. I fatti risalgono al 25 novembre 2005 quando, intorno alle 22 nei pressi di piazza Augusto Imperatore a Roma, diversi passanti videro l'uomo picchiare brutalmente un cane prendendolo a calci e pugni, sbattendolo contro il muro e colpendolo ripetutamente con uno spesso guinzaglio, utilizzato come una frusta. L'animale, rannicchiato a terra terrorizzato, provava a fuggire ma era legato con una fune. Le persone presenti tentarono di fermare l'aggressione e chiamarono le forze dell'ordine, ma prima dell'arrivo della polizia l'uomo riuscì ad allontanarsi, minacciando i presenti e trascinando a forza il cane tenuto a guinzaglio. Tra i testimoni era presente Ilaria Zagaria, responsabile del settore adozioni dell'Associazione Volontari Canile di Porta Portese, che nei giorni successivi riconobbe nella foto e nella descrizione di una scheda di riconoscimento, il cane maltrattato: un meticcio di colore nero con una macchia bianca sul petto, entrato al canile alcune settimane prima e riconsegnato al detentore. Grazie a questo riconoscimento si è risaliti al responsabile, che è stato quindi denunciato. «Finalmente nelle aule di giustizia, dopo le tante battaglie condotte negli anni dalla Lav e dalle altre associazioni animaliste, si condannano gli autori di maltrattamenti verso gli animali, - ha dichiarato l'avvocato Filippo Pompei che ha rappresentato nel dibattimento la Lav come parte civile - per questo è importante l'attività svolta dalle associazioni, ma è fondamentale anche l'azione di denuncia da parte dei comuni cittadini». «Diverse analisi dimostrano che le varie forme di maltrattamento si accompagnano ad atteggiamenti culturali che vedono gli altri animali come cose, oggetti animati da usare e sfruttare e sui quali esercitare un misero senso di onnipotenza quotidiana: l'altro animale, diventa lo schiavo di frustrazioni, impotenze e meschinità umane», afferma Ciro Troiano responsabile delle Guardie Zoofile della Lal, estensore della denuncia che ha portato alla condanna di A.R. Pistone, il cane vittima dell'aggressione, è stato dissequestrato e affidato al canile di Roma in attesa di adozione. Sino ad oggi però, il rischio che potesse essere restituito all'uomo che lo aveva maltrattato, ne ha impedito l'adozione, nonostante sia un cane buono e socievole con gli altri cani (divide un box con altri due cani da quattro anni). Ora, grazie alla decisione del giudice, Pistone può sperare in una nuova famiglia, che lo accolga con amore.
Torna in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information


Numero di messaggi : 3038
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: NOTIZIE DAL MONDO DEGLI ANIMALI   Ven 11 Dic 2009 - 15:41

cani superano i gatti ma allo sprint: 6-5 MILANO — Meglio farsene da subito una ragione: questa è una sfida il cui risultato, come nel più classico dei derby, non sarà mai visto come definitivo. Anche perché le due «squadre» si incontrano e scontrano da se­coli, ormai, e ciascuno resta ben saldo sulla propria idea. Ca­ne e gatto, chi è il migliore?
A dare una risposta (quasi) risolutiva, ora, ci hanno prova­to quelli del settimanale ingle­se New Scientist: «Dogs vs ca­ts, il grande regolamento dei conti tra animali domestici». E per togliere subito dente e dolo­re, il responso è — di strettissi­ma misura — a favore di pasto­ri tedeschi, chihuahua e affini. Sei a cinque, su un totale di 11 sfide dirette: undici categorie, dal numero di neuroni all’«im­pronta ecologica», misurabili in laboratorio (e per ciascuna, la rivista riporta i risultati delle ricerche più recenti in merito), per stabilire quale dei due ami­ci dell’uomo sia da ritenere «su­periore».
Si inizia con un confronto sui cervelli: e per una volta le dimensioni non contano, «non sono una misura affidabile di intelligenza». Però, pallottolie­re alla mano, i neuroni della corteccia cerebrale felina sur­classano quelli della contropar­te: 300 milioni contro 160. Gat­ti 1, cani 0. E così via: la storia di «addomesticamento» di la­brador e simili è più lunga di quella dei mici (1-1), il legame tra animale e padrone sembra più saldo e «naturale» nei cani (1-2), che paiono avere anche una maggiore capacità di com­prendere parole e sguardi (1-3).
I gatti, per contro, sono più «popolari» (2-3) e hanno un’abilità superiore nella comu­nicazione «sonora» (3-3). I ca­ni tornano a vincere nel pro­blem solving, tipo aprire le por­te (3-4), e sul fronte «addestra­bilità» (3-5). E se i mici trionfa­no nei settori «supersensi» (4-5) ed «ecosostenibilità», va­le a dire che consumano meno (5-5), l’ultimo punto va a Fido e soci: l’«utilità» di chi «può cacciare e fare la guardia. O 'sniffare' droghe e bombe». Vuoi mettere, al giorno d’oggi, con chi sa «solo» cacciare i to­pi?
Torna in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information


Numero di messaggi : 3038
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: NOTIZIE DAL MONDO DEGLI ANIMALI   Gio 17 Dic 2009 - 14:49

Abbandona il suo cane malato sull'A24
La Protezione animali ha rintracciato e denunciato la proprietaria del cocker trovato in autostrada ROMA - È stato ritrovato nei pressi dell'autostrada A24 nei pressi del casello di Lunghezza, un cocker maschio. Il cane con gravi problemi di salute è stato soccorso da una ragazza che, dopo il ricovero presso un veterinario per le urgenti cure del caso, si è rivolta alle guardie zoofile dell'Enpa di Roma.

LA DENUNCIA - Gli agenti dell'Enpa capitolina hanno svolto accurate indagini sulla provenienza del cane e grazie al microchip elettronico è stata rintracciata la proprietaria del cane, che non solo non aveva denunciato lo smarrimento del cane, ma non ha neanche mostrato il minimo interesse per la cosa, rifiutandosi di rispondere ai domande poste dalle guardie zoofile. Gli agenti della Protezione Animali hanno quindi denunciato la proprietaria del cane all'autorità giudiziaria per abbandono di animale, reato previsto dall'articolo 727 del codice penale e punito con l'arresto fino ad un anno e ad un'ammenda di 10.000 euro. Il cocker è stato affidato in custodia giudiziaria alla sua salvatrice dopo un delicato intervento chirurgico. ecco il cane.non ho parole
Torna in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information


Numero di messaggi : 3038
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: NOTIZIE DAL MONDO DEGLI ANIMALI   Ven 18 Dic 2009 - 20:03

UCCIDONO IL CANE, I PADRONI:
"DANNI COME PER UN FIGLIO"
Per un tribunale del Vermont, la persona che ha ucciso a colpi di pistola il loro cane deve rimborsarli con 4.000 euro. Ma per gli Scheele, una coppia di coniugi americani, il bastardino Shadow non era solo un animale, era un membro della famiglia. Per questo, ora pretendono che chi lo ha ucciso paghi anche i «danni emotivi», come se avesse ammazzato un loro figlio. E per avere quanto ritengono giusto, i due hanno fatto ricorso alla Corte Suprema dello stato. La famiglia Scheele punta a ottenere che il cane non sia riconosciuto banalmente come un «oggetto, una proprietà», la cui scomparsa possa essere ricompensata solo con il rimborso delle spese del veterinario, della cremazione e dell'adozione. Gli Scheele chiedono alla Corte di essere riconosciuti come genitori che perdono un figlio e che quindi possano fare causa per ottenere i danni morali per la «perdita della loro felicità e la sofferenza» causata dalla morte di Shadow. E, al di là delle aule di tribunale, i coniugi conducono la loro battaglia per il riconoscimento del «vero valore degli animali da compagnia» attraverso un sito internet (www.justiceforshadow.com) e un'intensa attività, che ha portato la signora Sarah Scheele a lasciare il proprio lavoro e a dedicarsi interamente alla causa della tutela degli animali. «Stiamo lavorando duramente affinchè i tribunali riconoscano il vero valore degli animali da compagnia. Sono membri della famiglia, non una mera proprietà» spiega Sarah, 58 anni, di Annapolis (Maryland), prima di recarsi in Vermont per l'udienza davanti alla Corte Suprema statale. La battaglia della famiglia Scheele va avanti ormai da sei anni. Nel luglio 2003, gli Scheele si sono recati in Vermont dai parenti. Con loro c'erano anche Shadow e Lucy, i due cani adottati nel 1999. Il 19 luglio, mentre la coppia portava a spasso gli animali, Shadow si era avvicinato a una casa. Il proprietario, Lewis Dustin, si era spaventato e gli aveva sparato un colpo di pistola, uccidendolo. La famiglia aveva fatto subito causa all'uomo, che aveva ammesso la propria colpevolezza in merito all'accusa di violenza sugli animali, spiegando per• che voleva solo spaventare il cane. Dustin era stato condannato a sborsare 4.000 dollari agli Scheele e a svolgere 100 ore di servizio alla comunità. La sentenza per• non ha soddisfatto la coppia, che ha avviato un'azione civile contro l'uccisore del loro Shadow, convinta del fatto che il cane non era una mera proprietà, ma l'equivalente di un figlio.
Torna in alto Andare in basso
Lady_of_the_horses
the power of moderation
the power of moderation
avatar

Umore : trafelato.
Femmina
Numero di messaggi : 952
Età : 29
Località : Caserta
Nome PET : Pallina, Laika & Meinte S.
Data d'iscrizione : 12.06.09

MessaggioTitolo: Re: NOTIZIE DAL MONDO DEGLI ANIMALI   Sab 19 Dic 2009 - 20:00

Dite che non ha fatto bene?