IMPRONTE

Il forum che lascia un segno agli amanti degli animali
 
Impronte And CoIndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 In che mondo viviamo?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Amministratore
the power of mind
the power of mind
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 446
Età : 51
Ruolo : Web Master
Data d'iscrizione : 11.09.08

MessaggioTitolo: In che mondo viviamo?   Mer 29 Ott 2008 - 22:43

Scusate, lo so che e' una cosa davvero orribile da far vedere, ma voglio riflettere su queste immagini insieme a voi tutti, oramai non siamo piu' sicuri delle cose che possiamo mangiare o comprare e non voglio essere razzista sui cinesi, ma per me sono alieni.
http://images.google.it/imgres?imgurl=http://pellicce.felinesoul.net/images/dog1.jpg&imgrefurl=http://pellicce.felinesoul.net/cina.html&h=375&w=432&sz=59&hl=it&start=21&um=1&usg=__KAIDJohP5K4PpDWAZQJN-8pzp9g=&tbnid=VKxaicb8gQFI2M:&tbnh=109&tbnw=126&prev=/images%3Fq%3Dimmagini%2Bcane%2Bgatto%26um%3D1%26hl%3Dit%26sa%3DN

Come si puo' aiutare queste povere bestie !

Non cliccare se non sei forte come persona, io sono rimasto traumatizzato.
Tornare in alto Andare in basso
http://impronte.forumattivo.com
StarPlatinum
the power of mind
the power of mind
avatar

Umore : estasiato
Maschile
Numero di messaggi : 2075
Età : 43
Località : Ascoli Piceno
Nome PET : Whisky
Ruolo : Admin
Data d'iscrizione : 15.09.08

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Gio 30 Ott 2008 - 22:21

IO ho visto altri video e sinceramente mi stava per venire un colpo ho dovuto staccare immediatamente..........uff!

_______________________________________________
Non potro' mai sapere tutto di chi amo, neppure del mio gatto.
Ma un pizzico di mistero da' piu' gusto all'amore




GIANTYMIR CREAZIONI PERSONALIZZATE FANTASY COSPLAY MAKE-UP Cinematografico
Tornare in alto Andare in basso
http://www.giantymir.com
OPIUM
the power of love
the power of love
avatar

Umore : tenero
Femminile
Numero di messaggi : 4743
Età : 46
Località : TERAMO
Nome PET : SILVER
Ruolo : Fondatrice
Data d'iscrizione : 11.09.08

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Gio 30 Ott 2008 - 23:08

Admin perdonami ma lo sai che io sono fortemente impressionabile quindi evito di vederlo, sono pero' sicura lo stesso dell'effetto che potrebbe fare Suspect
Tornare in alto Andare in basso
http://impronte.forumattivo.com/
Draconja
Impronta Cane
Impronta Cane
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 587
Età : 44
Località : Roma
Nome PET : Rechy
Data d'iscrizione : 29.10.08

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Ven 7 Nov 2008 - 18:29

Già..ho visto quel video...solo un paese dove si permettono di fare questo, non lo si può considerare civile...scusate non vorrei sembrare razzista, ma dove si mangiano cani e gatti, per me è difficile accettare la cosa.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Dom 14 Dic 2008 - 10:19

Le avevo già viste anche io.Che schifo!La mia avversione contro i cinesi cresce sempre più!!
Tornare in alto Andare in basso
Amministratore
the power of mind
the power of mind
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 446
Età : 51
Ruolo : Web Master
Data d'iscrizione : 11.09.08

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Lun 15 Dic 2008 - 12:25

IL RE ha scritto:
non voglio essere razzista sui cinesi, ma per me sono alieni.
La colpa e' anche nostra che accettiamo la loro merce......
Tornare in alto Andare in basso
http://impronte.forumattivo.com
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Lun 15 Dic 2008 - 12:46

[quote="IL RE"]
IL RE ha scritto:

La colpa e' anche nostra che accettiamo la loro merce......

Su questo si potrebbe aprire una discussione infinita.
Ultimamente ho letto più di qualcosa a riguardo e la cosa non è così semplice come si può pensare.
Anche io evito di comprare dai cinesi,nonostante il made in china si trovi praticamente in qualunque negozio italiano,ma a riguardo sono abbastanza sconfortata e penso che non serva a molto,purtroppo.
A parte che ad un abito o altro,fatto quasi esclusivamente in Cina non serve molto perchè venga fatto passare con tanto di tagliandino made in Italy.Basta poco per raggirare la legge,una cucitura di bottoni o un'asola in più,e questo garantisce la fabbricazione italiana.Ma non è tutto,anche merce finanziata da italiani,prodotta il laboratori italiani non garantiscono nulla e questo equivale tanto per i piccoli quanto per i grandi produttori(e parlo di grandi e "affidabili" marchi).I lavoratori sono cinesi,la materia prima è cinese,stoffa,plastica,alimenti che siano.Purtoppo il problema è più vasto di quanto sembri,non siamo affatto tutelati e crediamo di comprare una cosa per un'altra.
Bastasse!!..solo evitare di compare dai cinesi!!!
Tornare in alto Andare in basso
Carol
Impronta Cervo
Impronta Cervo
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 742
Età : 34
Località : Magliolo
Nome PET : Non ci stanno tutti i nomi sono troppi e non voglio rischiare che qualcuno si offenda perchè ho dimenticato il suo nome!!!!!!!!!!!!!!!
Ruolo : Collaboratrice
Data d'iscrizione : 06.12.08

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Mer 17 Dic 2008 - 14:43

io non lo guardo perchè non molto tempo fa un amica mi ha mandato un e-mail con delle immagini forti e non avendo capito di cosa si trattava ho aperto...stavo per svenire
Tornare in alto Andare in basso
OPIUM
the power of love
the power of love
avatar

Umore : tenero
Femminile
Numero di messaggi : 4743
Età : 46
Località : TERAMO
Nome PET : SILVER
Ruolo : Fondatrice
Data d'iscrizione : 11.09.08

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Mer 17 Dic 2008 - 14:51

Carol ha scritto:
io non lo guardo perchè non molto tempo fa un amica mi ha mandato un e-mail con delle immagini forti e non avendo capito di cosa si trattava ho aperto...stavo per svenire

siccome Admin sa che come te ci sono tantissime altre persone, (anche io ad esempio) è giusto rispettare il modo di essere di ognuno soprattutto dei piu' deboli. Bravo Admin, grazie I love you

_______________________________________________
Tornare in alto Andare in basso
http://impronte.forumattivo.com/
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Ven 26 Dic 2008 - 21:49

Prima o poi la natura ci si rivolterà contro grazie all'gnoranza e alla stupidità
di alcune razze di animali chiamate uomo.
Per il resto fin troppo esplicito il video e persistenti le immagini.
No comment!
Tornare in alto Andare in basso
pete27
Impronta Volpe
Impronta Volpe


Maschile
Numero di messaggi : 234
Età : 105
Località : italy
Nome PET : Alfa
Data d'iscrizione : 22.11.08

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Ven 26 Dic 2008 - 23:29

Cio' che dite sui cinesi è (in gran parte) corretto il problema è anche quello che non sapete su tutti gli altri!!!
Tanto per rimanere nel Belpaese cito i combattimenti di cani (diffusissimi!) le corse abusive di cavalli, i canili/gattili lager, gli allevamenti "disinvolti" soprattutto di polli e affini, veri luoghi di tortura per quelle povere bestie.....
E sorvolo la frase della pur deliziosa Draconia che scrive "i cinesi mangiano cani e gatti" (chiedete a chi c'era in tempo di guerra quanto se ne mangiavano in Italia.......). Non vi dico poi gli inciuci incredibili che fanno gli allevatori di bovini che somministrano ai loro capi di bestiame dosi impressionanti di antibiotici, farmaci "oscuri" per l'ingrasso, naturalmente con l'aiuto di veterinari "compiacenti" che addirittura vendono essi stessi i farmaci algi allevatori. Ed io aggiungo "gli italiani mangiano conigli, oche, anatre, lepri, fagiani, vitelli, maiali/maialini oltre, ovviamente, a cinghiali e caprioli. ecco insomma, prima di cercare la pagliuzza negli occhi inclinati dei cinesi, diamo un'occhiata alle travi conficcate nei nostri occhi.......
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Lun 1 Giu 2009 - 14:32

io non non lo vedo il video,ma so già IO NUTRO PER I CINESI UN,ODIO PROFONDO



di sicuro queste persone anno problemi legati gia dall,infanzia,e chi maltratta,gli animali lo fa con l,uomo sensa problemi,questo perche colpiscono le persone,deboli come donne e bambini e quindi gli animali.ecco che dalla nascita il bambino deve crescere rispettando per prima gli animali,ma il compito piu grande e quello di rendere ai l,oro occhi,la violenza de gli adulti nei confronti de gli animali come il crimine piu orrendo che ci sia,.spesso si trascura questa importanza,e indifferenti di fronte ad un evento del genere,ma cosi facendo trasmettiamo ai nostri figli un messaggio che lui percepirà come giustificatorio e con il tempo,porterà LUI STESSO ALLA VIOLENZA
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Mar 9 Giu 2009 - 20:12

.GUARDATE CLICCATE E CAPIRETE PERCHE DOBBIAMO FERMARE QUESTI MOSTRI,POVERI CANI LA L,ORO COLPA E QUELLA DI ESSERE RANDAGI,MA NON SONO CATTIVI MA VIVONO UNA VITA D,INFERNO,E L,UOMO CHI CAVOLO E PER FARE QUESTO
Tornare in alto Andare in basso
wonder
Impronta Volpe
Impronta Volpe
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 236
Età : 46
Località : Campobasso
Nome PET : Luna
Data d'iscrizione : 05.01.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Mer 10 Giu 2009 - 7:29

miriam caldarazzo ha scritto:
.GUARDATE CLICCATE E CAPIRETE PERCHE DOBBIAMO FERMARE QUESTI MOSTRI,POVERI CANI LA L,ORO COLPA E QUELLA DI ESSERE RANDAGI,MA NON SONO CATTIVI MA VIVONO UNA VITA D,INFERNO,E L,UOMO CHI CAVOLO E PER FARE QUESTO


oddio miriam...........
ma la crudeltà umana come può raggiungere tali livelli........ seviziare un cane infilandogli oggetti nell'ano fino a provocare lesioni agli organi interni............ bastardi bastardi .........
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Mer 10 Giu 2009 - 11:10

si è SE Va AVANTI COSì finiremo per non avere piu randagi,lo stato non deve permettere una tale violenza per come dicevo prima davanti a gli occhi di un bambino,che esempio possiamo dare se si vede uno spettacolo,del genere,io spero che qualcosa cambi,ma vedo che nessuno in questo momento fa niente,a maggio sono state fatte manifestazioni,però POI SI SONO FERMATI,E I CANI CONTINUANO A FARE QUESTA FINE,NON SI DEVE PERMETTERE AD,UN ESSERE,UMANO DI COMMETTERE CRIMINI COSI ORRENDI,PERCHE L GENTE CHE NON AMA GLI ANIMALI QUESTO VA TROVANDO ,PER FAR POI L,ORO DEL MALE
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Mer 10 Giu 2009 - 11:11

miriam caldarazzo ha scritto:
io non non lo vedo il video,ma so già IO NUTRO PER I CINESI UN,ODIO PROFONDO



di sicuro queste persone anno problemi legati gia dall,infanzia,e chi maltratta,gli animali lo fa con l,uomo sensa problemi,questo perche colpiscono le persone,deboli come donne e bambini e quindi gli animali.ecco che dalla nascita il bambino deve crescere rispettando per prima gli animali,ma il compito piu grande e quello di rendere ai l,oro occhi,la violenza de gli adulti nei confronti de gli animali come il crimine piu orrendo che ci sia,.spesso si trascura questa importanza,e indifferenti di fronte ad un evento del genere,ma cosi facendo trasmettiamo ai nostri figli un messaggio che lui percepirà come giustificatorio e con il tempo,porterà LUI STESSO ALLA VIOLENZA
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Sab 20 Giu 2009 - 13:40

questo e davvero il limite che si puo sopportare a cagliari se un cane vive li oppure ci capita per caso,sarà LA SUA TOMBA QUESTO E IL COLMO PER UN SINDACO DEL CAVOLO CHE VIETA ALLA GENTE DI DARE DA BERE E MANGIARE I CANI .A FARNE LE SPESE E STATA UNA SIGNORA ANZIANA MULTATA PERCHE A DATO DA BERE E DUE CROCCHETTE AD UN SETTER MALATO E STREMATO DAL CALDO .I VIGILI GLI ANNO FATTO UNA MULTA DI 105 EURO ,LA SIGNORA RACCONTA CHE VOLEVA ALLEVIARE LA SOFFERENZA DI QUEL CANE.MA DVVERO STIAMO FACENDO MA IO IN GALERA LO MANDO STO SINDACO CON TUTTI VIGILI ,E POI PARLANO CHE I RANDAGI SONO VIOLENTI ORA E TUTTO CHIARO MA IL GIOCO DEL SINDACO E FINITO
Tornare in alto Andare in basso
stellina
Impronta Cervo
Impronta Cervo
avatar

Umore : gheisha
Femminile
Numero di messaggi : 1161
Età : 39
Località : Teramo
Nome PET : minù
Data d'iscrizione : 16.10.08

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Sab 20 Giu 2009 - 20:58

secondo me dovrebbero vietare di alimentare i padroni di quei poveri cani abbandonati, cacciarli di casa e lasciare che dormino sotto alla pioggia e rovistino nei bidoni.... Evil or Very Mad
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Sab 20 Giu 2009 - 21:55

si hai ragione ma come si fa ad accettare una legge simile,persino a roma tra un po le gattare dovranno avere il permesso ma non e possibile,che noi animalisti stiamo in silenzio,ma che vogliono fare sterminare gli animali in questo modo, uscendo poi puliti puliti

ULTRAMAN DICE CHE ANCHE A NAPOLI C,E QUESTA LEGGE DEL CAVOLO MA NON MI SEMBRA NON VOGLIO CREDERE
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Valerio
Impronta Cane
Impronta Cane
avatar

Umore : geniale
Maschile
Numero di messaggi : 342
Età : 50
Località : Anguillara
Nome PET : sono TROPPI!!
Data d'iscrizione : 04.06.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Lun 29 Giu 2009 - 22:45

Mai stato così in tema. Vi posto un Video, ma solo chi è molto forte lo guardi. E' la cosa più orribile che abbia mai visto. Macellazione di cani. Lo metto solo perchè è giusto sapere dove si arriva, in cina o dove diavolo è.
Non ho parole.
Non guardatelo a stomaco pieno..
http://laverabestia.org/play.php?vid=376
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Gio 24 Set 2009 - 18:48

CANADA: OK A PELLICCE DI CANE E GATTO.Ottawa: il Governo federale del Canada ha reso noto che non si unirà con Stati Uniti ed Unione Europea per bandire le pellicce di cane e di gatto: non farà nulla per ostacolarne il commercio.
E sapete perché? Ma per motivi economici naturalmente …come sempre! Cos'alto importa ormai???!!

Il ministro dell’Agricoltura Gerry Ritz teme una ritorsione commerciale che vada a danneggiare il commercio di prodotti derivati dalla foca, di cui sembrano essere proprio gli Orientali i maggiori esportatori a livello mondiale in Occidente, che da parte sua continua a comprare e comprare il frutto di tanta sofferenza.

Quindi perché farsi nemici dei validi collaboratori nonchè acquirenti e interessati sostenitori “solo” perché uccidono selvaggiamente cani e gatti?

In fondo loro fanno lo stesso con le foche…
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Ven 25 Set 2009 - 18:42

FIRENZE, 24 SET- Sequestrano un gatto e chiedono il riscatto alla proprietaria, ma la donna li denuncia:arrestati 7 romeni responsabili del 'rapimento'. La padrona del felino ha ricevuto una telefonata: una voce annunciava che il suo micio era stato rapito mentre stava giocando nel giardino di casa e che per farlo tornare servivano 20 euro. La donna ha accettato, ma prima di recarsi sul luogo convenuto ha chiamato i Carabinieri. I 'rapitori', 4 donne e 3 uomini, sono accusati di estorsione in concorso.
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Sab 26 Set 2009 - 21:47

SARDEGNA, “NON ACCETTIAMO ANIMALI”. ALBERGO RIFIUTA IL CANE DI UN ALLUVIONATO DI BODONI.Giovanni Milano, brigadiere dei Carabinieri in pensione, riusciva a stento a credere alle sue orecchie, quando, un’impiegata che lavora nell’albergo dove l’uomo è stato alloggiato in seguito all’alluvione della sua casa a Budoni (Olbia – Tempio), lo ha “cortesemente” invitato a tenere da parte la sua cagnolina, una Yorkshire di otto anni. “Il 24 settembre – racconta Milano – uno degli affluenti del fiume di Budoni è straripato; la mia casa come quella di tanti altri concittadini è stata allagata”. “Mia cognata, la mia cagnolina ed io – prosegue l’ex brigadiere – siamo stati soccorsi dai Vigili del Fuoco e dalla Protezione Civile che ci hanno temporaneamente sistemati presso un complesso alberghiero della zona. Arrivati a destinazione completamente zuppi, ci siamo sistemati nella hall. Il mio primo pensiero è stato per Rebecca che tremava intirizzita, bagnata fino all’inverosimile; per evitarle un malanno, ho iniziato ad asciugarla, facendo attenzione a non sporcare i locali dell’albergo”. L’operazione ha però infastidito una delle impiegate, la quale, avvicinatasi all’ex brigadiere, gli ha intimato di smettere immediatamente e di tenere il cane in disparte perché, in quella struttura, gli animali non sono ammessi. “Mi sono sentito profondamente offeso e umiliato da quelle parole – aggiunge Milano – ho preso Rebecca in braccio e, sotto la pioggia, sono tornato a casa nonostante la mia abitazione fosse ancora invasa dall’acqua. E’ mai possibile, mi sono chiesto, che in una situazione di così grave emergenza qualcuno abbia trovato da ridire sul fatto che mi stessi prendendo cura del mio cane?” La vicenda ha avuto un lieto fine: l’ex brigadiere, nuovamente soccorso dai Vigili del Fuoco, è stato portato presso un’altra struttura, dove, evidentemente gli animali sono trattati con maggior riguardo e sensibilità. “Non è mia intenzione alimentare polemiche – conclude Milano – desidererei tuttavia che questo sgradevole episodio si concludesse con le scuse dell’impiegata per un comportamento tanto inopportuno e indifferente”. Il problema dell’accoglienza degli animali in albergo è già noto all’Enpa. “In Sardegna è molto difficile trovare una sistemazione alberghiera anche per gli animali - denuncia Emanuele Deiana, responsabile della Sezione Enpa di Cagliari - e questo è un paradosso perchè la nostra regione vive di turismo”. “A breve – conclude Deiana - promuoveremo una petizione per convincere gli albergatori ad aprire le loro strutture anche ai quattrozampe
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Ven 2 Ott 2009 - 15:25

SALERNO CHOC: UOMO UCCIDE
IL PADRE, LA MADRE E IL CANE.
Tragedia familiare nel Salernitano. Si barrica in casa, uccide il padre, la madre, il cane e poi si toglie la vita. È accaduto in un'abitazione rurale di borgo San Lazzaro del comune di Serre. L'omicida-suicida è Domenico Apicella, di 47 anni, che dopo aver ucciso i genitori e il cane si è tolto la vita. Sul posto i carabinieri per i rilievi. Quando i carabinieri sono entrati nell'abitazione rurale di Borgo San Lorenzo del comune di Serre (Salerno), si sono trovati di fronte ai tre corpi privi di vita riversi sul pavimento della cucina e del corridoio. Da una prima ricostruzione effettuata dai militari della compagnia di Eboli, diretti dal tenente colonnello Nobile Risi, Domenico Apicella, un assistente capo della polizia penitenziaria di Eboli, dall'aprile scorso era in convalescenza per uno stato ansioso e depressivo. Avrebbe imbracciato il fucile da caccia del padre, un calibro 16 regolarmente detenuto, e avrebbe prima ucciso nel cortile dell'abitazione il cane. Poi, una volta entrato nella casa, ha prima freddato il padre Cosimo, un pensionato di 71 anni e la madre Antonietta Impemba di 68 anni, anche lei pensionata: puntandosi l'arma all'addome ha posto fine alla propria esistenza. Sul posto i militari dell'arma stanno effettuando i rilievi mentre si è in attesa dell'arrivo del medico legale e del magistrato.non gli bastava uccidere la famiglia anche il cane.ragazzi veramente posso dirvi che l,essere umano mi fa paura.e che per me la razza umana e andata.viva gli animaliiii
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   Lun 12 Ott 2009 - 20:18

Molte anche le morti in incidenti di caccia e lungo strade e autostrade


«Ogni anno in Italia uccisi 25 mila cani»


La denuncia dell'Aidaa: battute di caccia ai randagi nelle regioni del Sud, polpette avvelenate in quelle del Nord.
ROMA - Ogni anno in Italia vengono uccisi almeno 25 mila cani, tra randagi e di proprietà. Secondo l’Aidaa, a questi numeri vanno aggiunti gli almeno 5 mila cani che ogni anno rimangono vittime di incidenti di caccia, secondo i dati Federcaccia. La maggior parte dei randagi viene uccisa con bocconi avvelenati che da qualche mese sono proibite per legge, ma in alcune regioni del sud (dati di Calabria, Sicilia, Puglia e Lazio) diverse centinaia di cani randagi sarebbero stati eliminati a fucilate in vere e proprie battute di caccia organizzate, in alcuni casi, anche con il tacito consenso delle amministrazioni locali. I dati sono stati raccolti tra settembre 2008 e agosto 2009 e «vanno a sommarsi - dice Lorenzo Croce, presidente nazionale di Aidaa - agli oltre 750mila cani maltrattati e tenuti in condizioni di vita inadeguata».
POLPETTE AVVELENATE - Non mancano comunque episodi di abbattimento di gruppi di cani randagi anche al Nord, alcune segnalazioni ci sono giunte dal nord della Lombardia (Brescia-Bergamo e Sondrio), dal Veneto (Padova,Vicenza, Verona e Treviso) e dal Piemonte anche in questi casi il metodo preferito è quello dello spargimento di polpette avvelenate, che provocano agli animali una morte lenta ed atroce.
STRANGOLATI DAI PADRONI - Capitolo a parte per i circa 4 mila casi raccolti di cani di proprietà uccisi direttamente dai proprietari o in quanto anziani e abbattuti senza ausilio dell’eutanasia. Ci sono poi casi di atti di vero e proprio sadismo, scrive l’Aidaa, nei confronti di cani ammazzati attraverso strangolamento, o legati dietro ad automobili e fatti correre fino alla morte, o di cani seviziati dai proprietari e poi finiti a colpi di bastone. Nel corso del 2008 inoltre si sono verificati almeno tre casi di cani strangolati per mano dei propri padroni e di cinque cani di media taglia finiti attraversamento il sistema dello sgozzamento.
MORTE SULLE STRADE - Inoltre, riferisce l’Aidaa, almeno 800 cani sono morti ammazzati dalle automobili e dai camion sulle strade ed autostrade italiane nel corso dell’estate 2009 in quanto abbandonati dai loro proprietari, le regioni che vantano il maggior numero di cani vittime della strada sono Veneto, Lazio e Puglia. La pratica della mattanza dei cani randagi, secondo l’Aidaa, è «molto più vasta» rispetto ai numeri denunciati, in quanto sono molteplici le segnalazioni che giungono dal sud, ma anche da alcune regioni del centro Italia. «Migliaia di cani» tenuti in canili e rifugi «controllati dalla malavita» sarebbero stati soppressi «ma la loro morte non sarebbe segnalata in quanto continuando a risultare ospiti dei canili la malavita che gestisce queste strutture, ed in Italia sono almeno duecento - conclude Croce - intascano migliaia di euro al mese dagli enti locali per il mantenimento di cani che in realtà sono morti».
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: In che mondo viviamo?   

Tornare in alto Andare in basso
 
In che mondo viviamo?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» in che mondo viviamo
» Foto che ha fatto il giro del mondo
» Un mondo di idee: http://decoreblablabla.blogspot.com/
» Gonzaga (MN) Mondo bonsai 2015
» Twister campione del mondo di Agility small 2011

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
IMPRONTE :: TROVALI ON-LINE :: ANNUNCI & ARTICOLI-
Andare verso: