IMPRONTE

Il forum che lascia un segno agli amanti degli animali
 
Impronte And CoIndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 IL PRANZO DI NATALE

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: IL PRANZO DI NATALE   Dom 14 Dic 2008 - 18:49

Promemoria primo messaggio :

Allora care ragazze e cari ragazzi,quale miglior occasione per inaugurare il mio ruolo di moderatrice della cucina..se non LE RICETTE Di NATALE?!!
Si sà,a Natale,vengon bandite diete e regole alimentari di ogni tipo,la dieta salutista va a farsi friggere..ed in tutte le cucine un unico motto regna sovrano...PANCIA (Panza) MIA FATTE CAPANNA!!!!
Già si comincia a pensare cosa comprare di buono,cosa preparare per fare un pranzetto con i fiocchi.
Ogni regione d'Italia poi è diversa dall'altra.C'è chi festeggia solo il giorno di Natale e chi per tradizione fa del giorno della vigilia l'inizio delle grandi abbuffate.
Io personalmente,fin da piccola,son stata sempre abituata a festeggiare sin dalla vigilia ed il menù è sempre stato abbastanza tradizionale.
Si inizia a cucinare dalla mattina ed ognuno fa qualcosa.C'è di tutto di più.
Broccoli e baccalà fritti,alici e salmone marinati,cavolfiore condito con olio,baccalà e papate,zucca al forno,pasta con i più svariati condimenti di pesce,pesce al forno,fritture di pesce,dolci di ogni tipo e tanto altro ancora che non ricordo.Il giorno dopo si rinizia,ma questa volta tutto a base di carne.
Fatto questo piccolo accenno sul mio pranzo natalizio,adesso chiedo a voi di dirmi quali sono le prelibatezze che metterete in tavola fra pochi giorni.
Siete tradizionalisti o amate le novità e vi cimentate in un menù innovativo?
Son curiosa poi,visto che qui siamo un po' di tutta Italia,e non solo,di sentire le vostre ricette tipiche,quelle della vostra regione,della vostra città,che mai e poi mai possono mancare in questo giorno di festa.
Vi aspetto per farmi e farci venire l'acquolina in bocca!!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mar 16 Dic 2008 - 16:51

Anche io adoro il dolce salato!L'abbinamento mi fa impazzire.
Stavo curiosando nel "mio libricino di ricette" diventato ormai anche un po' il vostro,per cercare qualche ricettina tipica delle mia parti.Per quanto riguarda i primi piatti ed i secondi non c'è un granchè di particolare o di "strano" che già non conosciate tutti.Tra i dolci invece ci sono delle cosette particolari:I canascioi(non so se si scrive proprio così),che sono dei dolcetti a forma di mezzaluna formati fondamentalmente da un ripieno di cacao,castagne bollite e schiacciate,noci,pinoli,uvetta e tanti altri ingredienti e ricoperti da una finissima pasta;il pancialle,che per farvi capire ha una forma simile al panpepato ma più allungato.Anche qui,gli ingredienti sono innumerevoli e come ogni buona ricetta tradizionale che si rispetti,ogni famiglia,ogni nonnina ha la sua.Comunque l'impasto è formato da cacao,varia frutta secca come uvetta,noci,nocciole,pinoli,poi cacao,miele cioccolato in scaglie,liquore eccecc,una bella bomba insomma e viene cotto in forno.
Non mi chiedete la ricetta e lo svolgimento preciso perchè è talmente complicato che mi ci vorrebbero due pagine per spiegarlo bene e comunque è una di quelle cose che va vista fare più che detta passo passo.
Detto ciò,ho deciso di postarvi una ricettina jolly diciamo,una di quelle che vanno sempre bene,che puoi regalare come pensierino o tenere in casa come scorta fame improvvisa:Le ciambellette zucchero e vino
E' comunque una ricetta tipica che difficilmente mancanelle sulle tavole natalizie.
INGREDIENTI: 500gr.di farina;200gr.di zucchero;1 bicchiere scarso d'olio;1 bicchiere di vino,bianco o rosso;vanillina,scorsa grattugiata di limone;a piacere semi di anice.
Impastare tutti insieme gli igredienti e formare dei serpentelli sottili,tagliateli e formate così delle ciambellette.Passare la parte superficiale in dello zucchero,adagiae in una teglia e infornate per 25-39m. a 200°.
A piacere potete aggiungere anche pezzetti di nocciole
o noci.
Tornare in alto Andare in basso
OPIUM
the power of love
the power of love


Numero di messaggi : 4743
Data d'iscrizione : 11.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mar 16 Dic 2008 - 17:10

le ciambellette sono speciali con l'anice Grà sei troppo brava....solo sono complicate da impastare? non sono molto attrezzata per ammassare non ho neppure la tavola Embarassed
Tornare in alto Andare in basso
http://impronte.forumattivo.com/
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mar 16 Dic 2008 - 17:44

nono son facilissime,o le metti su una tavola o se ti è più facile in una ciotola.Io le adoro quasi bruciate.
Tornare in alto Andare in basso
OPIUM
the power of love
the power of love


Numero di messaggi : 4743
Data d'iscrizione : 11.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mar 16 Dic 2008 - 17:54

bene ho stampato la ricetta sabato che saro' sola provero'a farle
Tornare in alto Andare in basso
http://impronte.forumattivo.com/
Maya
Impronta Cervo
Impronta Cervo
avatar

Umore : vincente
Femminile
Numero di messaggi : 1178
Età : 45
Località : Quartu Sant'Elena
Nome PET : KIKI
Data d'iscrizione : 04.10.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mar 16 Dic 2008 - 22:22

non mi riesce nulla a casa sono un vero disastro
Tornare in alto Andare in basso
veganka
Impronta Gallo
Impronta Gallo
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 16
Età : 41
Località : Praga
Nome PET : dagy
Data d'iscrizione : 26.11.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 17 Dic 2008 - 13:51

MA SONO SITO DI ANIMALISTI OPURE PERSONE CHE SI INTERESSANO DELLA MACELAZIONE ! Neutral Crying or Very sad
Tornare in alto Andare in basso
http://vegana25.spaces.live.com/
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 17 Dic 2008 - 13:53

vega,ti chiedo di postare la tua ricetta qui,così le abbiamo tutti riunite insieme graziehttp://impronte.forumattivo.com/cucinare-che-passione-f32/cucina-straniera-t86.htm
Tornare in alto Andare in basso
OPIUM
the power of love
the power of love
avatar

Umore : tenero
Femminile
Numero di messaggi : 4743
Età : 46
Località : TERAMO
Nome PET : SILVER
Ruolo : Fondatrice
Data d'iscrizione : 11.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 17 Dic 2008 - 14:48

veganka ha scritto:
MA SONO SITO DI ANIMALISTI OPURE PERSONE CHE SI INTERESSANO DELLA MACELAZIONE ! Neutral Crying or Very sad

veganka non tutti siamo vegetariani o vegani ma ti garantisco che il nostro amore per gli animali è grande lo stesso. Essere vegetariani è una scelta di vita non molto semplice da seguire e non sempre tutti riescono a intraprendere questo percorso addirittura so di persone che vorrebbero e non lo fanno per problemi di salute. Penso che nessuno possa quantificare l'amore degli animali in base al fatto se si è vegetariani o meno e la prova di questo è che io conosco persone meravigliose che fanno volontariato ai canili e ai gattili ma che non sono vegetariane....allora tutto il loro amore sarebbe fasullo? non credo No
comunque rispettiamo la tua scelta di vita, anzi ti fa onore e siamo contenti anche se ci posti ricette vegetariane I love you

_______________________________________________
Tornare in alto Andare in basso
http://impronte.forumattivo.com/
Draconja
Impronta Cane
Impronta Cane
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 587
Età : 45
Località : Roma
Nome PET : Rechy
Data d'iscrizione : 29.10.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 17 Dic 2008 - 20:50

Per i vegetariani!!
400 gr di farina di grano duro 300 gr di fagioli borlotti, quattro cucchiai di olio extravergine di oliva, 150 gr di cotenne di maiale, un osso di prosciutto, 300 gr di pomodori pelati, una cipolla, una carota, un gambo di sedano, basilico, peperoncino piccante, sale...cioè...le sagne e fagioli
preparare un impasto di farina e acqua tiepida, con un pizzico di sale. lavorare il tutto fino a ottenere una pasta ben consistente che si stende, con l'aiuto di un mattarello, fino a ricavarne una sfoglia sottile. tagliare la sfoglia così ottenuta a strisce di circa due centimetri e queste, a loro volta, obliquamente, in modo da ottenere tanti pezzetti di sfoglia romboidali. mettere le lasagne, così ricavate, ad asciugare su di un vassoio precedentemente infarinato. in una pentola di coccio, a fuoco lento, dopo aver fatto soffriggere tutti gli ingredienti tagliati a pezzetti, aggiungere dell'acqua assieme ai fagioli, la cotenna di maiale e l'osso di prosciutto. a tre quarti della cottura sgrassare e togliere la cotenna e l'osso di prosciutto. tagliare la cotenna e la carne dell'osso di prosciutto a pezzettini e rimettere in pentola con l'aggiunta dei pomodori, anch'essi tagliati a pezzetti. a parte, intanto cuocere le lasagne. a ebollizione avvenuta, scolarle per tre quarti d'acqua e aggiungere i fagioli e le cotiche cotti nella pentola di coccio. cuocere per ancora quattro-cinque minuti, rimescolando, e servire.
Tornare in alto Andare in basso
StarPlatinum
the power of mind
the power of mind
avatar

Umore : estasiato
Maschile
Numero di messaggi : 2075
Età : 44
Località : Ascoli Piceno
Nome PET : Whisky
Ruolo : Admin
Data d'iscrizione : 15.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 17 Dic 2008 - 21:44

pete27 ha scritto:
Ma non era questo un forum animalista?????


Si ma io mi trovo in un area off topic, e non solo, questa e' una categoria per la cucina.
Io non sono ne carnivoro ne vegetariano e ne frugivoro io sono ONNIVORO.

_______________________________________________
Non potro' mai sapere tutto di chi amo, neppure del mio gatto.
Ma un pizzico di mistero da' piu' gusto all'amore




GIANTYMIR CREAZIONI PERSONALIZZATE FANTASY COSPLAY MAKE-UP Cinematografico
Tornare in alto Andare in basso
http://www.giantymir.com
Daniela
Impronta Gatto
Impronta Gatto
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 76
Età : 46
Località : Genova
Nome PET : Tommy
Data d'iscrizione : 14.11.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 17 Dic 2008 - 22:01

Effettivamente non so se a Genova esista un vero e proprio pranzo di Natale tradizionale...Certo è che noi andiamo di ravioli..e quelli genovesi vi assicuro che sono la fine del mondo..col ragù,poi...Oppure i pansoti..(pasta ripiena) col sugo di noci..Oppure le trofie al pesto..ma queste non so a Natale quanto sono gettonate.E poi gli arrosti,le varie carni al forno..Ma credo che il menù vari da famiglia a famiglia..Io ho optato per le lasagne al forno e il vitel tonnè..fatto però con fettine di tacchino arrosto e salsa tonnata..(quindi diventa un "tacchin tonnè".. )..Pranzerò in modo leggero,quest'anno.Ma ciò che non può mancare su una tavola genovese a natale è il nostro famosissimo pandolce...quello schiacciato con tanti canditi e tanta uvetta..friabile che ti si scioglie in bocca..una vera prelibatezza..Volete la ricetta?Ecco..vi riporto quella che ho io..:
Mezzo chilo di farina
40 grammi di lievito di birra
due etti di zucchero
un etto e mezzo di burro
100 grammi di uvetta sultanina "smirne"
100 grammi di pinoli
50 grammi di semi di finocchio
40 grammi di zucca candita a pezzetti (il gran assortimento di canditi a pezzetti, ancorchè ottimo, lo lasciamo per il panettone)
mezzo bicchiere di latte
un bicchiere d'acqua di fior d'arancio
un bicchierino di marsala

Preparazione
Stemperate il lievito nel latte e impastatelo con metà della farina; lasciate lievitare per un'ora. Unite poi all'impasto la rimanente farina, il burro, lo zucchero e tutti gli altri ingredienti. Impastate bene e a lungo, sistemate l'impasto in un tegame da forno unto di burro e leggermente infarinato, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare ancora per circa tre ore in ambiente caldo. Praticate sulla sommità tre tagli a triangolo ed infornate a 240° per 45 minuti e comunque fino a quando il pandolce sarà di un bel colore biscottato.

E..mi raccomando..si chiama pandolce..non panettone!!!Buone feste a tutti!!!
Tornare in alto Andare in basso
http://sunnyflower71.spaces.live.com/
StarPlatinum
the power of mind
the power of mind
avatar

Umore : estasiato
Maschile
Numero di messaggi : 2075
Età : 44
Località : Ascoli Piceno
Nome PET : Whisky
Ruolo : Admin
Data d'iscrizione : 15.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 17 Dic 2008 - 22:05

Per fortuna che ho finito ora di mangiare , senno mi divoravo la tastiera, non si possono postare ricette simili io me ne vado, fuggo via e tu Daniela sei bravissima

_______________________________________________
Non potro' mai sapere tutto di chi amo, neppure del mio gatto.
Ma un pizzico di mistero da' piu' gusto all'amore




GIANTYMIR CREAZIONI PERSONALIZZATE FANTASY COSPLAY MAKE-UP Cinematografico
Tornare in alto Andare in basso
http://www.giantymir.com
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Ven 19 Dic 2008 - 12:59

E dopo il dolce..il salato...Le polpettine di tonno
Sono facilissime da fare e potete servirle sia come uno sfizioso secondo sia come un antipasto la sera di Natale.
Io quando le faccio uso usa scatola di tonno da 600gr.circa.
Si fa sgocciolare il tonno dall'olio in eccesso e si sminuzza per bene,si aggiunge mezzo spicchio d'aglio tritato,del prezzemolo,3-4 capperi(salati e poi sciacquati),del pane bagnato nel latte,della noce moscata,e anche un po' di parmigiano.(Non vi preoccupate ci sta bene).Impastare il tutto.
A questo punto potete,o dare la forma di polpettine o di hamburger mettere in una teglia oleata(o meglio con carta da forno) e farle dorare da entrambe le parti in forno,o fare delle piccole polpettine passarle nel pangrattato e friggerle.In quest'ultimo caso sono adatte come antipasto/aperitivo.
Tornare in alto Andare in basso
straycat2
the power of ideas
the power of ideas
avatar

Umore : salutare
Femminile
Numero di messaggi : 2612
Età : 51
Località : Roma
Nome PET : Baudelaire
Data d'iscrizione : 19.10.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Dom 21 Dic 2008 - 16:50

mentre vi leggo--ho tanta fame..slurp quante ricette

tanto x cambiare quest'anno tocca a me fare la frittura x il 24.12. e l'anno scorso non è venuta perfetta, quindi mi chiedevo come si deve fare la frittura di calamari e gamberetti, come si prepara? ci va solo la farina oppure si deve prima passare nell'uovo?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Dom 21 Dic 2008 - 17:59

Guarda,c'èchi usa passarli solo nella farina e chi anche nell'uovo.Io personalmente li passo solo nella farina,e questa sembra la tecnica più consgiliata da molti cuochi. Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Dom 21 Dic 2008 - 20:26

vabbe'.....io .....come dire......mi muovo cosi'
sera del 24
aperitivo(bello abbondante a base di champagne...possibilmente veve clicot...penso si scriva cosi').....
Antipasto di mare.freddo
tagliolini allo scoglio
.....branzini al sale....coda di rospo al forno o rombo al forno
dolcetti vari....
per quanto riguarda il bere.....o greco di tufo....o ribolla gialla....
alla fine un bell'amaro......o una grappetta..possibilmente del contadino ma mi adatto molto facilmente ad una nonino...uvaggio ''piccolit''.....

pranzo di natale
tortellini in brodo(m m m m m..siamo a Bologna.....una tradizione....)
Lesso.....carne lessa.....e io sono veramente una schifezza d'uomo....mi piacciono midolli vari nervetti...carne gommosetta......gallina ruspante.......cappone.....tutto contornato da salsa verde...e friggione....patate al forno.....
Vino tasativemente rosso.........possibilmente.....forte e corposo.....e a me piace in particolare il nero d'avola....il chianti d'annata.....ma ci sono certi sangiovesi molto buoni.
panettone e dolcetti vari.......accompagnati a champagne......ma mi piace anche il berlucchi.....per finire con amarucci...grappette......ec ecc.....
il risultato è che dopo sti due massacri.....il cagnesco lo parlo molto meglio.....ma poi mi ci vogliono 2 o 3 gg a riprendermi.......ma vale la pena...buon Natale A tutti......ciao e bau mjke e ghita....
ps......ghita è presente e come strappo alla regola si trasforma nel gabibbo.....e mangia con noi.....
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 24 Dic 2008 - 9:06

Complimentoni anche a te eh!!!
..E a S.Stefano continui l'abbuffata o ti dai al bicchierone di bicarbonato e lunga passeggiatina per digerire? Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 24 Dic 2008 - 12:13

Ah AH AH.....se sopravvivo......la previsione è.....andare x boschi.....diciamo quelle 12 ore x smaltire......ciao e bau mjke e ghita
Tornare in alto Andare in basso
pete27
Impronta Volpe
Impronta Volpe


Maschile
Numero di messaggi : 234
Età : 106
Località : italy
Nome PET : Alfa
Data d'iscrizione : 22.11.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mer 24 Dic 2008 - 14:18

Gragra ha scritto:
Complimentoni anche a te eh!!!
..E a S.Stefano continui l'abbuffata o ti dai al bicchierone di bicarbonato e lunga passeggiatina per digerire? Very Happy


Io vado ad Alka Seltzer, come gli inglesi dopo le sbronze!!! Laughing
Tornare in alto Andare in basso
Maya
Impronta Cervo
Impronta Cervo
avatar

Umore : vincente
Femminile
Numero di messaggi : 1178
Età : 45
Località : Quartu Sant'Elena
Nome PET : KIKI
Data d'iscrizione : 04.10.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Dom 28 Dic 2008 - 15:28

strano pete27 se dicevi che non mangi piu' di tanto carne e derivati che vuoi digerire le erbette?
Tornare in alto Andare in basso
pete27
Impronta Volpe
Impronta Volpe


Maschile
Numero di messaggi : 234
Età : 106
Località : italy
Nome PET : Alfa
Data d'iscrizione : 22.11.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Dom 28 Dic 2008 - 21:35

Maya ha scritto:
strano pete27 se dicevi che non mangi piu' di tanto carne e derivati che vuoi digerire le erbette?

I dolci figliuola, i dolci!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Lun 29 Dic 2008 - 10:14

DOPO il massacro.....THE DAY AFTER......devo ancora riprendermi del tutto....mi sa' che ci vogliono almeno altre 3 0 4 giornate di boschi....ma qui.....NEVE NEVE NEVE......e mi devo accontentare dei portici di bologna.....
ps.......mangio erbette a kg........ciao e bau mjke e ghita
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Lun 29 Dic 2008 - 12:31

Mangia tante erbetta Mjke..che fra un po' si riparte con il cenone!!!
Ma qualcuno che ci vuole deliziare con qualche ricettina che ha gustato in questi giorni di cui non ci aveva parlato prima?
Tra un giorno di depurazione e l'altro..uno sgarretto alla dieta ci sta comunque bene dai!!! Laughing
Tornare in alto Andare in basso
OPIUM
the power of love
the power of love
avatar

Umore : tenero
Femminile
Numero di messaggi : 4743
Età : 46
Località : TERAMO
Nome PET : SILVER
Ruolo : Fondatrice
Data d'iscrizione : 11.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Lun 29 Dic 2008 - 13:25

si cara Gragra ma io non diffonderei cosi' tranquillamente il mangiare troppe erbette What a Face in alcuni casi puo' nuocere gravemente alla salute rabbit per capodanno proporrò trofie alla genovese arista di maiale e arrosto di tacchino

_______________________________________________
Tornare in alto Andare in basso
http://impronte.forumattivo.com/
stellina
Impronta Cervo
Impronta Cervo
avatar

Umore : gheisha
Femminile
Numero di messaggi : 1161
Età : 40
Località : Teramo
Nome PET : minù
Data d'iscrizione : 16.10.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Ven 2 Gen 2009 - 16:16

dopo tutto questo elnco di lecornie e prelibatezze escludendo ovviamente le erbette vi incuriosisce sapere chi a casa e chi fuori il menu' di fine anno! Cosa vi siete scofanati?
Tornare in alto Andare in basso
cristina
Impronta Cane
Impronta Cane
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 366
Età : 61
Località : milano
Nome PET : rotto
Data d'iscrizione : 03.11.08

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Ven 2 Gen 2009 - 16:40

Capodanno a casa, con i miei amici animali, sennò che buona fine e che miglior inizio potrebbe essere??
E dopo le abbuffate natalizie e post-natalizie, un cenone di Capodanno all'insegna della tradizione: aperitivo, antipasto solo di sottolii e sottaceti, zampone con purea e lenticchie, frutta secca e frutta fresca e a mezzanotte l'immancabile spumante e panettone
Più tradizionalista di così.........!!!
Ed ora qualche giorno di "avanzi" per ripulire il frigo e qualche km. di sci di fondo per smaltire!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Dom 4 Gen 2009 - 10:34

Preparatevi per le ultime abbuffate della befana..e poi davvero tutti ad erbette per depurarci! Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
miriam caldarazzo
the power of information
the power of information
avatar

Umore : stracotto
Femminile
Numero di messaggi : 3038
Età : 42
Località : napoli
Nome PET : billy
Data d'iscrizione : 19.05.09

MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   Mar 8 Dic 2009 - 12:15

Natale veramente senza crudeltà 2009

A Natale siamo tutti piu buoni !!!!
ecco il Menù per le feste:
> Polpette di melanzane
> Insalata con mele e noci
> Pici con le briciole
> Crespelle al radicchio trevigiano
> Quiche di scalogni caramellati
> Brasato di seitan con patate
> Insalata di spinaci
> Dolce Certosino
preparazione..Polpette di melanzane
4 grosse melanzane
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 grossa fetta di pane casereccio
1/2 tazza di latte di soia tiepido
1 spicchio d’aglio
fecola di patate
1/2 tazza di farina 00
olio per friggere
sale e pepe

Sbriciolare la fetta di pane in una zuppiera e farla ammollare nel latte di soia. Nel frattempo lavare e sbucciare le melanzane, eliminare la base ed il picciolo e tagliarle a fette. Disporre le fette di melanzane in uno scolapasta e cospargerle leggermente di sale, lasciare che scolino il liquido amaro per circa 15 minuti. Sciacquare le fette di melanzane e scottarle per cinque minuti in acqua bollente. Scolarle, lasciare che si freddino un po’ e poi metterle nel tritatutto insieme all’aglio privato della buccia. Tritare le melanzane e raccogliere il composto in una terrina.
Unire al passato di melanzane il pane non del tutto strizzato, il prezzemolo e 3-4 cucchiai di fecola, insaporire con sale e pepe e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Con tale composto preparare delle polpette di medie dimensioni.
Passare le polpette nella farina e poi farle friggere in olio bollente a fuoco moderato. Rigirare spesso le polpette durante la cottura, lasciarle friggere finché non saranno ben dorate. Quindi scolarle e porle su della carta assorbente.
Quando avranno rilasciato l’olio in eccesso disportele su un piatto di portata e servire ancora calde.

Insalata con mele e noci
1 cespo di lattuga
2 mele Granny Smith
100 gr di noci sgusciate
Olio extravergine d'oliva
Sale

Mondare e lavare accuratamente l'insalata. Scolarla molto bene. Questa operazione va fatta qualche ora prima di servire per consentire l'eliminazione dell'acqua. In caso di tempo scarso si può ricorrere ad una centrifuga per insalata. Poco prima di servire va sbucciata la mela e tagliata a cubetti. Aggiungere tutti gli altri ingredienti. Mescolare con cura e servire immediatamente.

Pici con le briciole
350 g di farina 0
150 g di farina di grano duro
250 g di acqua
3 spicchi d’aglio
mollica di pane raffermo toscano
olio ev d’oliva
lievito alimentare in scaglie
prezzemolo tritato
sale, pepe
Mescolare bene le due farine, meglio se le setacciate. Disponerle a fontana sulla spianatoia, versare lacqua nel cratere e incorporare la farina poco a poco.
Impastare non troppo a lungo e formare la palla di pasta che riposerà coperta per 10 minuti. Allungare con le due mani la palla di pasta facendole assumere la forma di un parallelepipedo rettangolo appiattito di circa 2 cm di spessore, lungo circa 40-50 cm e largo 20.
Cospargere la superficie della pasta con olio, tagliarne dal bordo una striscia larga 2 cm e cominciare a filare, come si dice in Toscana, i pici: rollare con le mani la striscia di pasta sulla spianatoia fino a ottenere lunghi spaghettoni che poi saranno avvolti a matassa e disposti in attesa della cottura su un piano cosparso di semolino. Più i pici sono sottili e più sono pregiati.
Si tenga conto che in attesa della cottura tenderanno a ritirarsi ingrossandosi.
Per il condimento: imbiondire in olio gli spicchi d’aglio interi, o in camicia, non privandoli quindi della loro buccia, e far dorare la mollica di pane ridotta in briciole. Si cuoiono infine i pici in abbondante acqua salata, con un filo di olio per non farli appiccicare, si scolano bene e si passano in padella con le briciole. Salare, pepare e aggiungere abbondante prezzemolo. Alla fine spolverare con del lievito alimentare.

Crespelle al radicchio trevigiano
500 gr di radicchio trevigiano
2 scalogni
1.5 dl di vino bianco secco
100 gr di farina bianca
100 gr di maizena
2 dl di latte di soia
olio extravergine d’oliva
sale
pepe

per la besciamella:
3 cucchiai di farina bianca
2 cucchiai di olio e.v. di oliva
300 ml di latte di soia (o di brodo vegetale)
sale
un pizzico di noce moscata

In una terrina lavorare maizena e farina setacciata, aggiungere un cucchiaio d’olio, un pizzico di sale e diluire con il latte di soia, sempre mescolando.
In una padella antiaderente del diamentro di 20 cm versare un po' del composto ottenuto e fare solidificare. Quando la frittatina è dorata, girarla e fare dorare dall'altra parte. Fare lo stesso con il resto del composto a creare altre 7 crespelle.
Lavare ed asciugare il radicchio, tagliarlo a pezzi di circa 3 cm e tritare gli scalogni. Versare radicchio e scalogni in una padella con un po’ d’olio e farli appassire per circa 15 minuti. Bagnare con il vino bianco, regolare di sale e pepe e continuare la cottura per altri 10 minuti.
Preparare la besciamella: mettere l'olio in una piccola pentola con un fondo spesso (o usare un frangifiamma). Aggiungere la farina e mescolare finché il tutto non diventi morbido. Aggiungere il latte di soia (o il brodo) lentamente, sempre mescolando e facendo attenzione a non formare grumi. Mettere sul fuoco (basso) e aspettare, sempre mescolando, che la salsa diventi molto cremosa e densa. Togliere dal fuoco, aggiungere il sale e la noce moscata. Unire la metà della besciamella al radicchio e con questo composto farcire le crespelle.
Piegare le crespelle in 4, adagiarle in una pirofila oleata, bagnarle con la restante besciamella, ed infornatre a 220 gradi per 15 minuti.

Quiche di scalogni caramellati
Per la pasta:
150 gr di farina integrale
150 gr di farina 0
100 gr di birra chiara
70 gr di olio di mais
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
400 gr di silk tofu
500 gr di scalogno
3 cucchiai di malto di riso
1 cucchiaino di aceto balsamico
1 cucchiaino di semi di papavero
1 cucchiaio di capperini
3 cucchiai di olio extra vergine
20 mandorle

Preparare la pasta e metterla in frigo a riposare per mezz'ora. Foderare con la pasta una tortiera, bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e cuocerla in forno a 180° per 10 minuti. Mentre la pasta intiepidisce, in una pentola scaldare 2 cucchiai d'olio, versare gli scalogni (pelati e tagliati a fette sottili), il malto e l'aceto balsamico, mescolare delicatamente, coprire e cuocere fino a quando gli scalogni non si saranno caramellati. Nel frattempo frullare il tofu con 1 cucchiaio d'olio e i capperi dissalati fino a ottenere una crema e mescolarecon metà degli scalogni caramellati e dei semi di papavero. Versare il tutto sulla pasta, disporre sopra il resto degli scalogni, livellare con una spatola e decorare con le mandorle. Cuocere in forno a 180 per 20 minuti.
[la cuoca petulante]
Brasato di seitan con patate
300 gr di seitan, 1 cipolla, 1 carota,
1 spicchio d'aglio, qualche foglia di salvia,
1 rametto di rosmarino, 2 cucchiai di maizena,
brodo vegetale
1/2 bicchiere di vino bianco secco,
2 cucchiai di salsa di soia (shoyu o tamari), 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
300 gr di patate

Affettare il seitan e adagiarlo sul fondo di una pirofila oliata. Sbucciare la cipolla e affettarla, disporla attorno al seitan come si farà con la carota. Sbucciare e tagliare a tocchi le patate, disporle nella pirofila.
Preparare un battuto d'aglio, salvia e rosmarino; cospargere la preparazione e rosolarla in forno per 10 minuti a 180 gradi. Girare di tanto in tanto.
Bagnare con il vino, lasciare evaporare, e irrorare il preparato con la salsa di soia diluita in poca acqua calda o del brood vegetale. Cuocere per un’ora, infine stemperarvi la maizena, in modo da addensare la salsa.


Insalata di spinaci
200 gr di spinaci freschi
200 gr di lattuga
lievito alimentare a scaglie
mandorle sgusciate
1/2 limone (succo)
olio extravergine di oliva
sale
paprika
Pulire e lavate spinaci e lattuga. Farli sgocciolare accuratamente.
Tagliuzzarli e condirli con il lievito, delle scaglie di mandorla, il succo del mezzo limone, un pizzico di sale e un pizzico di paprika.

Dolce Certosino
300 gr di farina 00, 70gr di pinoli, 300 gr di malto d’orzo,
200 gr di mandorle tritate grossolanamente, più qualche mandorla intera per la decorazione, 70 gr di cedro candito, frutta candita mista,
50 gr di cioccolato fondente, olio ev d’oliva per lo stampo, un cucchiaino di lievito, cannella, chiodi garofano, un bicchiere di vino rosso.

Da preparare due settimane prima.
Fare la fontana con la farina, mettere al centro il cioccolato a pezzetti, il cedro tritato, i pinoli, le mandorle, il malto sciolto a bagnomaria, il vino (dopo averlo aromatizzato con le spezie che poi si elimineranno).
Lavorare ed impastare con cura. Fare una specie di ciambella piatta, che va lasciata riposare coperta, in un luogo asciutto. Occorrono più giorni, classicamente si attende una settimana. Se non lo si fa riposare, resta duro.
Alla fine, ungere lo stampo e mettervi l'impasto.
Ricoprire la superficie del dolce con frutta candita a pezzi interi, alternando bene i colori: scarza d'arancia, cilegie, cedro.
Negli interstizi mettere le mandorle.
Lucidare con pennellate di zucchero sciolto in acqua, cuocere in forno a 180°, già caldo, fino a quando il dolce diventa scuro e ben cotto.
Si mangia dopo due settimane, si tiene per mesi.
Il tempo lo rende più morbido..buon,appettito.senza animali mortiiiiiii

Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: IL PRANZO DI NATALE   

Tornare in alto Andare in basso
 
IL PRANZO DI NATALE
Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
IMPRONTE :: OFF TOPIC :: Cucina, Giardinaggio, Arredo & altro :: Cucinare che passione-
Andare verso: